riutilizzare le calze rotte

Calze rotte, come riutilizzarle? Ecco alcune idee

Che siate delle vere amanti delle calze o che le utilizziate solo in rare occasioni, non sarà certo una novità per voi scoprire che i nostri adorati collant, dai più leggeri ai più coprenti senza distinzione, sono anche tanto delicati!
Come dite? Nonostante i nostri consigli su come evitare di rompere e smagliare le calze vi siete ritrovate circondate da calze rotte? Non disperate! Buchi, fili tirati e smagliature non sono più un problema, e grazie al riciclo dei collant potrete dare alle vostre calze una seconda vita.

Cosa fare con le calze rotte?

Ecco alcune idee fai-da-te semplici e veloci che vi permetteranno di riutilizzare le vostre calze rotte.

  • Contro la polvere e le macchie

riutilizzo dei collant

Le proprietà elettrostatiche del nylon risultano essere l’ideale per attirare la polvere! Utili per spolverare tutte le superfici, potrete utilizzare le vostre calze rotte in diversi modi: tagliando una gamba dei vostri collant potrete

indossarla come un guanto infilandoci la mano per togliere la polvere da mobili e suppellettili, oppure potrete arrotolarla su una scopa utilizzandola per eliminare le ragnatele dal muro o raccogliere capelli, fili o peli di animali dal pavimento. Contro gli aloni che si formano sulle superfici in acciaio invece versate nella parte finale del collant un po’ di bicarbonato con qualche goccia di limone e chiudete la calza con un nodo; dopo averla inumidita, diventerà un’ottima spugna.

  • Paraspifferi

Per evitare che l’aria gelida invernale si infili da sotto la porta, tagliate una gamba delle vostre calze rotte di nylon o microfibra e riempitela con vecchi stracci (meglio se di lana); chiudendo l’estremità con un nodo otterrete il classico “salsicciotto” e, se utilizzerete delle calze colorate in tinta unita o in fantasia, darete un tocco di colore ironico alla vostra casa.

  • Per trattare e proteggere gli abiti

Ebbene sì, i vecchi collant possono tornarvi molto utili quando si parla di bucato! Contro le macchie più ostinate, potete riempire mezza calza con scaglie di sapone di Marsiglia e utilizzarla come spugna strofinandola sopra la macchia del vestito prima di lavarlo in lavatrice; i capi più delicati poi, se infilati nei collant, possono essere protetti grazie al nylon durante il lavaggio, e per evitare che gli abiti vengano rovinati dai segni delle mollette, potete utilizzare delle calze smagliate o rovinate anche per stendere. In questo caso il collant viene utilizzato come una “seconda corda” da far passare per esempio attraverso le maniche del vostro maglione, e saranno proprio le estremità della calza poi ad essere fissate normalmente allo stendibiancheria con le mollette.

  • Profuma armadi e cassetti

riciclo creativo calze

Le estremità delle calze rotte, se tagliate e riempite con fiori essiccati di lavanda o di rosa con l’aggiunta di un batuffolo di cotone imbevuto con qualche goccia di olio essenziale, possono trasformarsi in utilissimi sacchettini da utilizzare per profumare i cassetti della biancheria o l’interno degli armadi.

  • Realizza una spugna per il corpo

In questo caso il riciclo è doppio! Prendete i residui delle saponette ormai troppo piccoli per poter essere utilizzati ed infilateli in una calza di nylon tagliata, chiudete l’involucro con un nodo e passate la vostra nuova spugna sul corpo quando siete sotto la doccia: noterete con piacere che non funzionerà solo come detergente ma anche come esfoliante per la vostra pelle.

Se queste idee non vi piacciono, affidatevi alla moda delle calze rotte!

moda calze rotte

Per quelle tra di voi che invece non vogliono proprio rinunciare ad indossare i collant anche se smagliati o rovinati, la moda vi dà un’ultima opportunità! Ricordate però che il trend nato sulle passerelle di Alexander Wang e Rodarte e seguita da star come Lady Gaga deve essere seguito con cautela: vietato riutilizzare calze color carne! La moda delle calze rotte infatti riguarda generalmente collant di colore nero e non al di sotto dei 20 denari (in caso contrario si correrebbe il rischio che una piccola smagliatura si allarghi troppo con il passare delle ore) e deve essere sempre abbinato al giusto look, meglio se con qualche dettaglio un po’ rock e dark!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *